Profiler

Tracciare l’identikit di un criminale non è uno scherzo e richiede doti che vanno al di là dell’investigazione e della psicologia. Per capirne la razza, lo status sociale e l’età ci vuole un Profiler, cioè una figura specifica che lavora su basi statistiche.

Per molti sembra scontato ma è bene ricordare che un Criminologo “deve tracciare il profilo comportamentale di un soggetto ignoto; individuare, dalle tracce lasciate sulla scena del crimine, il movente, il modus operandi, la metodologia. Deve da una parte studiare tracce, scena del crimine e comportamento del soggetto; dall’altra deve studiare le tracce psicologiche, sapere come si effettuano indagini criminali.”

“Un bravo criminologo deve avere diverse caratteristiche: esperienza, curiosità, intuito, scienza, cultura, umiltà e voglia di imparare; deve conoscere le scienze psicologiche, criminologiche, criminalistiche; deve capire in quale codice si sta muovendo.  In sostanza deve avere conoscenze trasversali.”

Il  Dr Diego DI BARI,  profiler,  fa da supporto all’ investigazione, circoscrive il numero di sospetti e indirizza le indagini, suggerisce strategie investigative e studia eventuali collegamenti tra i crimini.